Crea sito


206 (206). SPENNI POCO E STAI BENE

Cāpita a Mmonte-Rosi, o a li confini,
La Storta vojjo dė, Nnepi e Bbaccano;
E nnun te dubbitā: sei 'n bone mano,
Ch'č ttutta 'na Fajjōla d'assassini.

Te cosceno du' polli bbufolini:
Te cacceno un vinetto de Pissciano
Battezzato coll'acqua de pantano:
Te danno un letto morbido de spini.

Te metteno la notte in compaggnia
Purce, zampane, e ppidocchi,
Che tte fanno cantā Vviva Maria!

E cquanno er zonno t'ha sserrato l'occhi
Te viengheno a cchiamā per annā vvia.
E ttutto questo pe ppochi bbaiocchi.

In legno. Da Monterosi a Baccano,

11 ottobre 1831                   De Pepp'er tosto

 

Testo ipertestualizzato completo di liste e concordanze delle parole

La numerazione dei sonetti č quella seguita da Roberto Vighi
(Giuseppe Gioachino Belli Poesie Romanesche - Libreria dello Stato 1988-1993).
La numerazione tra parentesi fa riferimento all'edizione Vigolo