Crea sito


1927 (1891). LI CONNIMENTI

S, bbona la cuscina co lo strutto;
Anzi lo strutto er barbiere m'ha ddetto
Ch' un connimento che ffa bbene ar petto
Come fa er pepe c'arifresca tutto.

S'addatta a li grostini cor presciutto...
Ar pollame..., a l'arrosto de lommetto...,
A lo stufato..., all'ummido..., ar guazzetto...;
Ma addoprallo in ner fritto un uso bbrutto.

Vi frigge er pessce co lo strutto?! Eh zzitto.
Er pessce fritto in nell'jjo va ccotto:
L'jjo la morte sua p'er pessce fritto.

Che mmaggn da stroppiati! io ne s mmatto.
E gguarda er Papa, che davero jjotto:
Ce se lecca li bbaffi com'un gatto.

12 marzo 1837

Testo ipertestualizzato completo di liste e concordanze delle parole

La numerazione dei sonetti quella seguita da Roberto Vighi
(Giuseppe Gioachino Belli Poesie Romanesche - Libreria dello Stato 1988-1993).
La numerazione tra parentesi fa riferimento all'edizione Vigolo