Crea sito


1020 (1022). LA VITA DER PAPA

Io Papa?! Papa io?! fussi cojjone!
Sai quant' mmejjo a ff lo scarpinello?
Io vojjo vive a mmodo mio, fratello,
E nn a mmodo de tutte le nazzione.

Lveje a un omo er gusto de l'uscello;
Inchiodeje le chiappe s'un zedione,
Mnnelo a spasso sempre in priscissione
E cco le guardie a vvista a lo sportello

Chiudeje l'osteria, ngheje er gioco,
Fllo sempre camp cco la pavura
Der barbiere, der medico e dder coco:

vvita da f ggola e llusingatte?
Pe mm, inzin che nun vado in zepportura,
Maggno un tozzo e arittoppo le sciavatte.

16 novembre 1833

Testo ipertestualizzato completo di liste e concordanze delle parole

La numerazione dei sonetti quella seguita da Roberto Vighi
(Giuseppe Gioachino Belli Poesie Romanesche - Libreria dello Stato 1988-1993).
La numerazione tra parentesi fa riferimento all'edizione Vigolo