Crea sito


809 (811). LA MOSTRA DE L'ERLIQUIE

Tra ll'antre erliquie che tt'ho ddette addietro
C' ll'aggnello pascuale e la colonna:
C' er latte stato munto a la Madonna,
Ch' ssempre fresco in un botton de vetro.

C' ll'acqua der diluvio: c' lla fionna
Der re Ddvide, e 'r gallo de san Pietro:
Poi c' er bascio de Ggiuda, e cc' lo sscetro
Der Padr'Eterno e la perucca bbionna.

Ce s ddu' parmi e mmezzo de l'ecrisse
Der Carvario, e cc' un po' de vita eterna
Pe ffa er lvito in caso che ffinisse.

C' er moccolo che aveva a la lenterna
Dio cuanno accese er zole, e ppoi je disse:
"Va', illumina chi sserve e cchi ggoverna."

Roma, 22 gennaio 1833

Testo ipertestualizzato completo di liste e concordanze delle parole

La numerazione dei sonetti quella seguita da Roberto Vighi
(Giuseppe Gioachino Belli Poesie Romanesche - Libreria dello Stato 1988-1993).
La numerazione tra parentesi fa riferimento all'edizione Vigolo