Crea sito


1501 (1501). IN VINO VERIBUS

Senti questa ch' nnova. Oggi er curato
Ch' vvenuto ar rifresco der battesimo,
Doppo unisci bbicchieri, ar dodiscesimo
Ch'er cervello je s'era ariscallato,

Ha ddetto: "Oh ccazzo! A un prete, perch' nnato
In latino, ppermesso er puttanesimo,
E ll'ammojjasse n! Cquello medesimo
Che ppe un Grego vvert, ppe mm ppeccato!"

E sseguitava a dd: "Cchi mme lo spiega
St'indovinello cqua? cchi lo p ssciojje?
Nemmanco san Giuseppe co la sega.

Cosa sc'entra er parl cquanno sse frega?
Che ddifferenza sc' rriguardo a mmojje
Da la freggna latina a cquella grega?"

3 aprile 1835

Testo ipertestualizzato completo di liste e concordanze delle parole

La numerazione dei sonetti quella seguita da Roberto Vighi
(Giuseppe Gioachino Belli Poesie Romanesche - Libreria dello Stato 1988-1993).
La numerazione tra parentesi fa riferimento all'edizione Vigolo