Crea sito


974 (974). ER VIAGGIO DE L'APOSTOLI

Morto er Ziggnor'Iddio da bbon cristiano,
Oggni apostolo vivo, a ppiede a ppiede,
Se messe in giro a ppredicÓ la fede
Cor zacco in collo e ccor bastone in mano.

Uno aggnede a la Storta, uno a Bbaccano,
Un antro a Mmonterosi, e un antro aggnede
A Nnepi; e in ner viaggiÓ, ccome succede,
VÚddeno tutto er monno sano sano.

Naturarmente, ar monno, oggni paese
Aveva la su' lingua, chi spaggnola,
Chi ttodesca, chi rrussia, e cchi ffrancese.

Eppuro quelli co una lingua sola
Se fesceno capý dda chi l'intese,
Che nun ze ne spreg˛ mmezza parola.

(Terni) 28 maggio 1833

Testo ipertestualizzato completo di liste e concordanze delle parole

La numerazione dei sonetti Ŕ quella seguita da Roberto Vighi
(Giuseppe Gioachino Belli Poesie Romanesche - Libreria dello Stato 1988-1993).
La numerazione tra parentesi fa riferimento all'edizione Vigolo