Crea sito


1103 (1103). ER RUGANTINO

Ecco ll er fumantino ammazzasette:
Lui sce fara scapp ssubbito er morto.
A oggn'ette, eccolo ll, llui tajja corto,
E al, mmano a li tni e a le saette!

E pperc'hai la raggione te vi mette
Da la parte der torto?! ggi, dder torto;
Der torto, sissiggnora. E cche cconforto
Sce trovi a rrumin ttante vvennette?

Queste s mmattit dda regazzoni.
Via, bbutta ggi cquer zercio: animo, dico,
O tt'appoggio du' carci a li cojjoni.

Eh, cqua nun ze fa ll'omo. Co mm, amico,
Sc' ppoco da rug. Dde li bbruttoni
Sai che cconto ne fo? Mmeno d'un fico.

17 marzo 1834

Testo ipertestualizzato completo di liste e concordanze delle parole

La numerazione dei sonetti quella seguita da Roberto Vighi
(Giuseppe Gioachino Belli Poesie Romanesche - Libreria dello Stato 1988-1993).
La numerazione tra parentesi fa riferimento all'edizione Vigolo