Crea sito


569 (567). ER ROSARIO IN FAMIJJA

Avemmaria... lavora... grazia prena...
Nena, v˛i lavorÓ?... ddominu steco...
Uf!... benedetta tu in mujjeri... Nena!...
E bbenedetto er fr¨... vva cche tte sceco?...

Fruttu sventr'e ttu Jeso. San... che ppena!...
ta Maria madre Ddei... me sce fai l'eco?...
Ora pre nobbi... ma tt'aspetto a ccena...
Peccatori... Oh Ssiggnore! e sto sciufeco

De sciappotto laggi¨ ccome sce venne?
Andiamo: indove stavo?... Ah, ll'ho ttrovato:
Nunche tinora morti nostri ammenne.

Grolia padre... E mmˇ? ddiavola! bbraghiera!
Ho ccapito: er rosario Ŕ tterminato:
Finiremo de dillo un'antra sera.

Roma, 7 dicembre 1832

Testo ipertestualizzato completo di liste e concordanze delle parole

La numerazione dei sonetti Ŕ quella seguita da Roberto Vighi
(Giuseppe Gioachino Belli Poesie Romanesche - Libreria dello Stato 1988-1993).
La numerazione tra parentesi fa riferimento all'edizione Vigolo