Crea sito


788 (783). ER PREDICATORE

Un gran predicatore ha ppredicato
Oggi a la cchiesa de Sant'Agustino!
Sentime: un antro padre Remolino
Nun c' oro che ppzzi sse pagato.

Pe pperzuade a ttutti ch'er peccato
Nun una cosa bbona, Ggiuacchino,
Sto bbon zervo de Ddio parla latino
E sse smazza che ppare un spiritato.

T'abbasti cuesto cqui, cche a l'improviso
Ha ddato sopr'ar purpito un cazzotto
Che mm'ha ffatto strill: "Ppzzi sse impiso!"

Che aratore, per dio! che omo dotto!
Sino arrivato a dd cche in paradiso
Nun p entracce oramai che un cacasotto!

Roma, 19 gennaio 1833

Testo ipertestualizzato completo di liste e concordanze delle parole

La numerazione dei sonetti quella seguita da Roberto Vighi
(Giuseppe Gioachino Belli Poesie Romanesche - Libreria dello Stato 1988-1993).
La numerazione tra parentesi fa riferimento all'edizione Vigolo