Crea sito


1506 (1504). ER GALATEO CRISTIANO. 1

Una vorta, ar pass d'un Cardinale
In qualunque carrozza co l'ombrello,
Le ggente s'affermaveno in du' ale,
E ttutti je cacciaveno er cappello.

E Ssu' Eminenza, ar vede quer zeggnale
De stima, s'affacciava a lo sportello,
E ssalutava co rrispetto uguale
Er granne e 'r ciuco, er ricco e 'r poverello.

Piano piano per lli ggiacubbini,
Nimmichi a mmorte de le bbone usanze,
Ss rriussciti a llev ppuro st'inchini.

Cos' ssuccesso? In grazzia de ste panze
Oggi er Zagro Colleggio a li confini
De nun zap ppi un cazzo le creanze.

5 aprile 1835

Testo ipertestualizzato completo di liste e concordanze delle parole

La numerazione dei sonetti quella seguita da Roberto Vighi
(Giuseppe Gioachino Belli Poesie Romanesche - Libreria dello Stato 1988-1993).
La numerazione tra parentesi fa riferimento all'edizione Vigolo